IL MISTERIOSO CASO DELLA TERRA CAVA E DEL VRIL COME COLLEGAMENTO TRA I DUE MONDI…SUPERIORE E SOTTERRANEO!

PREMESSA

C’è chi crede che il segreto dell’origine umana si trovi nelle profondità della Terra, nel nucleo stesso del nostro pianeta. Sorprendentemente il primo a dare credito al concetto della Terra cava è uno dei fondatori dell’astronomia moderna, Edmond Halley, conosciuto per aver scoperto la cometa alla quale è stata data il suo nome.

Molti esseri umani, lemuri ed atlantidei, per sfuggire alle grandi catastrofi nucleari, si rifugiarono nella Terra Cava (cioè all’interno della Terra). 

Che la Terra fosse cava ed abitata anche al suo interno lo si sapeva già da molto tempo.

Platone, grande storiografo della perduta Atlantide, parla di misteriose gallerie sotterranee che attraversano il continente, “gallerie sia spaziose che anguste nell’interno della terra”. Menziona poi un grande sovrano “che siede al centro della terra, sull’ombelico della terra; egli è il mediatore della religione per tutto il genere umano”.

Anche in India, del resto, secondo le antiche Upanishad, si narra del regno di Agartha. 

Giulio Verne, scrittore vissuto nel secolo scorso, narratore di racconti fantastici ma straordinariamente profetici ed avveniristici, fu sensibile a questo mito, quando scrisse il famoso romanzo “ Viaggio al centro della Terra”.

    Ma forse la scoperta più sensazionale fu quella del Contrammiraglio Richard E. Byrd, famoso ed avventuroso esploratore della Marina Militare Americana. Nel 1947, partendo da una base militare avamposto del circolo polare artico, eseguì un volo esplorativo verso il polo Nord, stabilendo alla partenza una rotta fissa, puntata verso il polo. Compì un volo di 400 miglia “oltre” il polo Nord.  Quello che egli vide, viaggiando “oltre” il polo, fu un cambiamento repentino delle condizioni climatiche come pure una mutazione generale della flora e della fauna. Per alcune centinaia di miglia si avventurò in volo in un territorio tropicale con tutte le caratteristiche di tale ambiente. La testimonianza del contrammiraglio Richard Byrd è una pietra miliare per la ricerca sulla Terra Cava. E che la Terra oltre ad essere cava abbia anche delle aperture ai poli potrebbe essere la vera scoperta del terzo millennio.

Egli si addentrò nei cieli di un territorio verdeggiante, un ambiente per nulla artico, una flora lussureggiante e rigogliosa di un territorio non più dominato dalle rigidissime temperature che caratterizzano il clima polare. Byrd ne rimase sicuramente affascinato tanto da compiere, nel 1956, un altro volo esplorativo, questa volta nel circolo polare antartico. Egli sicuramente intuì, al di là del mistero, una realtà nascosta di straordinaria importanza. Partendo da un avamposto militare antartico compì, con il medesimo metodo di volo, un viaggio di 2310 miglia oltre il polo Sud. La sua intuizione si rivelò esatta quando addentrandosi in un misterioso territorio oltre il polo, poté notare un evidente mutamento delle condizioni ambientali dalle caratteristiche tropicali. Poco dopo questa esplorazione antartica il Contrammiraglio Byrd morì, portando con sé il segreto ed il fascino di ciò che egli definì “terra incantata, al di là del mistero”. Quello che Byrd vide realmente e quali furono le sue scoperte fu coperto per sempre dal silenzio. 

Possono nascere domande sul perché, se questo fosse vero, la scienza terrestre non avrebbe rivelato una simile realtà, a meno che la scienza terrestre non sia affatto a conoscenza di questo e la cosa sarebbe molto significativa. L’ammiraglio Byrd morì poco dopo la seconda esplorazione al polo Sud. In un certo senso, forse non per sua volontà, si è portato con sé il segreto di quel continente incantato nel Cielo : “Terra di eterno mistero”, così come lui stesso lo definì.

C’è da supporre che l’esploratore americano abbia intuito, e di per sé verificato, la realtà di un mito appartenente a molte tradizioni culturali e spirituali della Terra. 

Anche per quanto riguarda l’esistenza di una civiltà interna alla Terra, è stato eretto un muro di silenzio da parte dei governanti di questo mondo, ma ciononostante la verità sta finalmente venendo alla luce.

Una delle sorprese maggiori che potrebbe avere la gente che vive sulla superficie della Terra è sapere che non siamo gli unici abitanti del nostro amato pianeta.

Il nostro pianeta infatti è cavo. All’interno di questa cavità esiste un ambiente perfettamente vivibile per gli umani e per gli animali. Tale ambiente è riscaldato dal sole che esiste al centro della Terra. L’Aurora, il sole al centro della Terra, è molto meno potente del Sole del nostro sistema solare.

Il Sole del nostro sistema solare è di 5° dimensione, mentre l’Aurora è di 3° dimensione. Per questo è molto meno potente e la sua luce è perfetta per mantenere luce 24 ore su 24 nella Terra Cava ed una temperatura piuttosto stabile, intorno ai nostri 20°-30°. Come potete immaginare, nella Terra Cava non esiste il buio.

Molta gente sarà sorpresa dal sapere che nella Terra Cava vivono ben 17 miliardi di umani! Non sono comunque di più di quelli che ne esistono sulla superficie della Terra, dove ve ne sono 18 miliardi circa, quasi 3 volte di più di quelli ufficialmente contati.

Probabilmente molti non crederanno a questi dati, ma la Madre Terra sa perfettamente quanti abitanti ha su di sé e lei stessa conferma queste cifre. La maggior parte delle persone non conteggiate si trovano in Sud America, Messico, Africa, Russia ed altre nazioni dell’ex Unione Sovietica.

Torniamo comunque alla Terra Cava. I suoi 17 miliardi di umani sono disposti su un unico continente. Non vi sono infatti oceani nella Terra Cava, vi sono solo laghi e fiumi, e la quasi totalità della superficie interna è quindi terraferma.

La Terra Cava inizialmente fu creata per ospitare solo animali. La superficie esterna invece avrebbe dovuto ospitare gli umani. Fino a 120.000 anni fa, gli umani non si erano mai trasferiti in massa nella Terra Cava. Furono le due distruzioni nucleari su Lemuria e su Atlantide poi che costrinsero molti umani a trasferirsi nel Regno degli Animali della Terra Cava.

Gli umani della Terra Cava sono molto simili agli umani che vivono in superficie. Se considerate che le origini genetiche sono le stesse, dovreste immaginare che non vi è differenza sostanziale fisicamente parlando. L’unica differenza sostanziale sta nel fatto che essi hanno mantenuto una base genetica alla nascita più elevata di quella degli umani di superficie.

Mentre gli umani di superficie, infatti, sono scesi ad avere una base genetica alla nascita di 2 basi di Dna attivate, quelli della Terra Cava non sono mai scesi ad una base genetica alla nascita inferiore a 1024 basi di Dna attivate. Hanno mantenuto in media, quindi, una maggior consapevolezza. La differenza non è poi così grande, ma sufficiente a far sì che siano riusciti a vivere in pace e a non aver avuto guerre fortemente distruttive tra di loro sin da quando i primi esseri umani scesero nella Terra Cava circa 120.000 anni fa.

Esistono molte città nella Terra Cava, esiste un governo della Terra Cava ed esistono governi locali. Hanno tecnologie che si basano non sull’elettricità, come le nostre, ma sulla radioattività.

Esistono due entrate principali che portano alla Terra Cava, e si trovano ai due poli. Ne esistono poi molte altre sparse per il mondo. Tali entrate sono sorvegliate (nel lato interno delle entrate) 24 ore su 24 da guardiani della Terra Cava. Qualche umano di superficie, nei 120.000 anni di storia degli esseri umani della Terra Cava, è riuscito ad entrare nella Terra Cava attraverso qualche passaggio, per lo più casualmente. Molte persone della Terra Cava, invece, sono venute in superficie in questi 120.000 anni ma non sono riconoscibili in quanto sono fisicamente come gli umani di superficie. E quando vengono in superficie, lo fanno per capire a che punto sono gli umani di superficie.

Quelli che vengono sono delle sorte di “agenti segreti” ai quali vengono fatte studiare le lingue, le culture e le caratteristiche della gente di superficie in modo che una volta saliti non siano riconoscibili come “non terrestri”. Gli umani della Terra Cava stanno cercando di capire quando è il momento di mettersi in contatto diretto e massivamente con quelli di superficie. Per ora hanno ritenuto che non è ancora giunto il momento. Ma ritengo che entro qualche anno al massimo dovrebbero decidere di venire allo scoperto.

Domande & Risposte

 

Abitanti della Terra Cava

48. Gli abitanti della terra cava da quali razze sono costituiti? Razze rosse e nere, per lo più. Dopo Atlantide anche vari gruppi di discendenti Anunnaki andarono ad abitare nella Terra Cava. 

Quando cominciarono a migrare all’interno e perché? Migrarono in due ondate. Una 120.000 anni fa dopo la distruzione di Lemuria, la seconda 40.000 anni fa dopo la distruzione di Atlantide. 

E’ vero che sono molto più evoluti di noi e possiedono una tecnologia di gran lunga superiore alla nostra? Sono in media geneticamente più dotati sin dalla nascita. Non hanno tecnologie superiori a quelle attuali dei terrestri di superficie. 

 

UFO; crop circles

49. Gli UFO, di cui si parla tanto, provengono con le loro astronavi dalla terra cava o vengono anche da altri sistemi stellari? Provengono sia dalla Terra Cava, sia da umani di superficie. Non vi è alcun ET che viene qui con Ufo.  

Chi sono gli autori dei crop circles? Umani della Terra Cava. Li fanno per rilasciare la radioattività dalla crosta terrestre. 

E quali messaggi questi contengono? Non è un linguaggio particolare. Sono forme che servono per rilasciare la radioattività. E’ una sorta di geometria sacra creata appositamente per rilasciare la radioattività. 

 

Shamballa; crop circles

52. Rif. D&R 14 – Feb. 2003. Finora credevo che Shamballa fosse la capitale del regno della terra cava. Forse il governo eterico di Shamballa si serviva dei fratelli della terra cava per governare il mondo? Il regno di Agarta e quello di Shamballa sono la stessa cosa? Agarta è un terreno eterico, costruito da entità, così come Shamballa. Non sono la Terra Cava. Shamballa è però anche il nome che veniva dato al governo eterico planetario che esisteva tempo fa. 

Tu dici che non esiste una differenza sostanziale tra la tecnologia degli esseri della terra cava e quella degli esseri terrestri di superficie. Ma gli esseri umani che vivono in superficie non sono in grado di fare i crops circles complessi e perfetti che invece hanno fatto i nostri fratelli della terra cava. Come si spiega tutto ciò? Non sono convinto che non sappiano farli. Forse non li fanno perché non sanno a cosa servono.

 

Terra Cava

66. Dici che esistono ai poli due entrate che portano al centro della Terra. Perché allora non le hanno già scoperte e se l’hanno fatto perché la loro esistenza non è resa pubblica? In certi casi tenere certi segreti è necessario. Ci sono persone su questo pianeta che hanno informazioni che se venissero date alla massa si correrebbe il rischio di creare casini. 

L’esistenza di una Terra Cava e come andarci è uno di questi segreti, ed è un bene che sia rimasto un segreto per pochi per molto tempo. Stesso discorso vale per certe informazioni su Gesù, o altre informazioni sul funzionamento della realtà.

Non pensare che la gente che ha queste informazioni sia egoista. Qualche volta può esserlo, ma nella maggior parte dei casi si tratta di saggezza. Il detto “non dare le perle ai porci” vale eccome fintantoché vi è gente con una coscienza molto limitata che potrebbe fare un uso distorto di tali informazioni.

Shamballa, El Dorado e Agartha

55. Molti parlano di Shamballa come di un continente interno alla Terra e connesso in qualche modo all’Himalaya. Che c’è di vero? Penso che il termine Shamballa sia usato da alcuni per indicare quella zona considerata la capitale eterica della Terra e che si trova in corrispondenza dell’Himalaya. Altri utilizzano tale nome per indicare una città della Terra Cava. Lo stesso discorso vale per il nome El Dorado e per il nome Agartha, che vengono utilizzati sia per indicare una zona della Terra Cava sia una città eterica.

Contatto fisico con ET

56. Tu dici che attualmente non ci sono pianeti abitati vicini alla Terra sul nostro piano e che non possiamo quindi entrare in contatto fisico con nessuna razza di Et. Dici che gli Ufo che si vedono sono tutti di abitanti della Terra Cava. Ma ci sono anche persone che affermano di aver contattato persone fisiche e che affermano di esseri di altri pianeti. Come lo spieghi? L’unica spiegazione che ho è che ci siano esseri della Terra Cava che dicano di provenire da altri pianeti. E’ vero che gli abitanti della Terra Cava così come quelli di superficie hanno antenati di altri pianeti, ma se abitanti della Terra Cava dicono di provenire da altri pianeti è come se noi dicessimo che proveniamo dalle Pleiadi, da Sirio o da altri pianeti sui quali i nostri antenati hanno vissuto molto tempo fa.

FONTE

Nell’immagine sottostante le traiettorie dei satelliti attorno alla Terra vengono prudentemente allontanate dall’apertura del polo nord. Inevitabilmente questo causa frustrazione fra gli scienziati perché certi dati sono inaccessibili, come possiamo notare nel sito NASA : “Lo spazio vuoto circolare sul polo geografico della terra è dovuto ad una lacuna nella copertura del satellite.”(1)

Tracce satellite sopra il Polo Nord

Queste immagini video registrate dall’ammiraglio americano Richard Byrd il 19 febbraio 1947 mostrano decine di miglia quadrate di territorio ricco di laghi e foreste proprio nel mezzo del polo sud. Furono registrate durante l'”Operation Highjump” (2), poco prima di recarsi in volo ad Agartha Olaf Jansen e suo padre (3) vengono osservati con curiosità dai giganti di Agartha

Queste immagini video registrate dall'ammiraglio americano Richard Byrd il 19 febbraio 1947 mostrano decine di miglia quadrate di territorio ricco di laghi e foreste proprio nel mezzo del polo sud

Olaf Jansen e suo padre vengono osservati con curiosità dai giganti di Agartha

All’entrata dei poli esiste un campo elettromagnetico che crea costanti disturbi meteorologici. Su YouTube c’è un video che a quanto pare apparentemente proviene dalla stazione spaziale russa Mir, che mostra tale vortice (4)

All'entrata dei poli esiste un campo elettromagnetico che crea costanti disturbi meteorologici. Su YouTube c'è un video che apparentemente proviene dalla stazione spaziale russa Mir, che mostra tale vortice

ALTRI ASPETTI

  • Gli abitanti di Agartha vivono più a lungo di noi. Alcuni dei loro ‘pensionati’ vivono fino a 30.000 anni. Poiché l’invecchiamento non è una caratteristica delle loro vita, la maggior parte di loro sceglie di dimostrare all’incirca 30 o 40 anni, mentre in realtà possono essere molto più vecchi. Quando un abitante di Agartha sente che una certa incarnazione è stata completata, può lasciare il corpo quando vuole.
  • Il loro mondo, la Terra Interiore, non conosce la notte. Un sole fumoso, che è il nucleo della nostra Terra, si libra nel centro. Emette una luce piacevolmente arancione con una temperatura costante di circa 24 gradi Celsius (75 gradi Fahrenheit). Un quarto di Agartha è formato da acqua mentre il resto è formato da terra sui cui è costruito un centinaio circa di città di cristallo. La capitale dove risiede il governo è chiamata “Shamballa Inferiore”, altre città portano nomi come Posid, Shonshe, Rama e Shingwa.

 

APPROFONDIMENTI

CIVILTA’ INTRA-PLANETARIE E TERRA CAV

TERRA CAVA: LA MISSIONE DELLA RAZZA BLU

VRIL: IL SOLE NERO POSTO NELLA TERRA CAVA

NAZISMO E PROGETTO VRIL: COLLABORAZIONE ALIENI

vril2

Precedente Sotterfugi per il potere da parte di storici e nuovi guerrafondai del capitalismo mondiale Successivo TRANSUMANESIMO - ISTRUZIONE E CONTROLLO GLOBALE - BUSINESS (tutto quello che si deve sapere)!