II°PARTE – PROVE UFFICIALI SUL SILENZIO DEL LAVORO DI GIANNI LENNES: DENUNCIA LA NATO E IL GOVERNO PER CRIMINI CONTRO L’AMBIENTE E LA POPOLAZIONE ITALIANA!SOSTENETELO E CONDIVIDETELO!

Aerosolterapia bellica coattiva? Ecco una prova ufficiale. L’articolo 2, comma 2 della legge 5 gennaio 1994, numero 36 stabilisce inequivocabilmente:

«Con decreto emanato, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, dal ministro dell’ambiente, di concerto con il ministro dei lavori pubblici, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400 (1), è adottato il regolamento per la disciplina delle modificazioni artificiali della fase atmosferica del ciclo naturale dell’acqua».

Questa disposizione della normativa Galli viene approvata dal Parlamento italiano sotto il governo di Carlo Azeglio Ciampi: in tale compagine il ministro degli interni è tale Nicola Mancino, attualmente sotto processo a Palermo per la trattativa Stato & mafia, vicenda in cui Giorgio Napolitano ha chiesto ed ottenuto dalla magistratura la distruzione delle telefonate intercorse con Mancino. Da allora si sono susseguiti ben 13 esecutivi, di cui gli ultimi tre (Monti, Letta & Renzi), non espressione della volontà popolare, bensì imposti per conto atlantico dall’inquilino abusivo stanziatosi al Quirinale, il redivivo Giorgio Napolitano (sentenza numero 1/2014 della Corte costituzionale). Addirittura ben tre primi ministri del recente passato, risultano affiliati ad associazioni eversive internazionali (Bilderberg, Trilateral Commission), vale a dire Romano Prodi (già consulente della famigerata banca speculativa Goldman Sachs), Mario Monti ed Enrico Letta. Il nodo cruciale, è quindi, la mancanza di sovranità nazionale e il dominio soprattutto di Washington (ma in diversa misura anche di Londra, Tel Aviv e Berlino) sullo Stivale. Delle due l’una: l’Aeronautica militare italiana o non ha il controllo dello spazio aereo nazionale, oppure è complice di questo attentato alla vita di milioni di esseri umani, e così l’Enac e l’Enav.

Il 18 febbraio 1999 l’allora presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, sotto il governo di Massimo D’Alema (quello che ha autorizzato i bombardamenti italiani della Jugoslavia e ha consentito la disseminazione dai velivoli NATO di bombe all’uranio impoverito e al fosforo nel Mare Adriatico e nel Lago di Garda) promulga il DPR numero 238: “Regolamento recante norme per l’attuazione di talune disposizioni della legge 5 gennaio 1994, n. 36, in materia di risorse idriche” (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 173 del 26 luglio 1999). Alcuni ministri dell’esecutivo dalemiano rispondono al nome di Enrico Letta, Giuliano Amato (recentemente promosso a giudice costituzionale), Edoardo Ronchi (verde in auge) e Carlo Azeglio Ciampi.

Successivamente, l’11 maggio 1999, viene emanato il decreto legislativo numero 152 (“Disposizioni sulla tutela delle acque dall’inquinamento…”) che prende in considerazione i mutamenti climatici e prevede la lotta alla desertificazione.

Il 19 luglio 2001, a Genova, mentre le forze dell’ordine massacrano i giovani pacifisti inermi, come attestano le cronache giornalistiche nonché gli atti e i resoconti parlamentari, in cabina di regia figura un certo Gianfranco Fini, Berlusconi e Bush junior firmano il “Piano Usa l’Italia” sui cambiamenti climatici. Si tratta di un’intesa in parte segreta che dietro l’alibi mascherato dello studio e della ricerca sui mutamenti del clima, di fatto e di diritto autorizza operazioni militari pseudo-scientifiche, volte ad incidere sui cicli naturali della meteorologia, alterando e degradando l’ambiente, soprattutto l’aria e l’acqua, e quindi intaccando la salute dell’ignara popolazione italiana nonché degli ecosistemi naturali. All’affare mascherato del secolo – con il pretesto del surriscaldamento globale (inventato a tavolino) smentito di recente anche dalla NASA – partecipano anche il CNR, la Fiat (editore del quotidiano La Stampa), università e tanti altri sedicenti esperti italidioti.

FONTE DI QUANTO SOPRA SCRITTO! (Bannato)

 

Veniamo alla situazione del giornalista GIANNI LANNES 30 gennaio 2012 (modifica il 31 gennaio 2012 …..anche se è di quasi 3 anni fa da a pensare perchè non si sappia niente e qualche domanda me la farei!?                                                                                                                                               Qui di seguito vi linko qualche informazione a riguardo di qualche parlamentare e ministro dalla salute al territorio e dalla difesa alla tutela dell’ambiente:

SANDI ITALO

SANDI Italo

RUZZANTE PIERO

GALANTE SEVERINO

GALANTE Severino

COME PREAMBOLATO FIN AD ORA SI HA CHIARO LA LOTTA CHE STA PORTANDO AVANTI LANNES, ALMENO IN PARTE, PERCHE’ SE VEDRETE ORA QUELLO CHE VI METTO POTRESTE SOBBALZARE DALLA SEDIA,SUL DIVANO,SUL LETTO,SU UNA PANCHINA:

ANTONIO MARTINO                            

Antonio Martino.jpg                                                                                         

PIERFELICE ZAZZERA

Pierfelice ZAZZERA

GIUSEPPE CAFORIO

Foto del Senatore Giuseppe CAFORIO

LEOLUCA ORLANDO

ZAMPARUTTI ELISABETTA

Elisabetta ZAMPARUTTI

VELO SILVIA

Silvia VELO

QUESTO E’ UN RESOCONTO DEGLI ATTI DELLA CAMERA E SENATO SUL MEDESIMO E DI UN SUO LIBRO (NATO:COLPITO E AFFONDATO! (che non si riesce a reperire in rete E I SEGRETI DI USTICA che ancora non si sa se esca o meno)…..(sto pensando se veramente esista ancora o cosa?)……………………………….VOI VI CHIEDERETE PERCHE’ MI INTERESSO TANTO A QUESTO PERSONAGGIO? BE’Hhh DIFFONDE NOTIZIE PER LA SALVA GUARDIA DEL NOSTRO TERRITORIO IN MODO MOLTO DETTAGLIATO E MINUZIOSO E ANCHE PERCHE’ TRATTA NOTIZIE SULL’ARGOMENTO GUERRA CLIMATICA (GLOBAL WARMING VI HO MESSO QUELLO IN WIKI MA CE NE SONO DI LINK PER APPROFONDIRE ;)) E PERCHE’ INFINE LO STANNO BANNANDO IN RETE E IN GIRO PER L’ITALIA PERCHE’ SCOMODO ALLA CRICCA MONDIALE DI MEGALOMANI,IMPERIALISTI E GUERRAFONDAI!!!

ATTENTATI E MINACCE DI MORTE CONTRO GIANNI LANNES. REGIA NATO? PUBBLICATO IN DATA 17.11.13 DOVE TROVERETE TUTTE LE CARTE RIGUARDANTI LO SCEMPIO CHE HAN FATTO STI SCELLERATI A DANNO DI TUTTA L’ITALIA IN TERRA NEI MARI E NEI CIELI E CHE STANNO ANCORA PORTANDO AVANTI!

CHIUDO QUESTO ARTICOLO CON IL VIDEO DELLA MACCHINA DI LANNES CHE BRUCIA IN MEZZO ALLA STRADA SOTTO CASA SUA:

3 novembre 2014: ennesimo attentato contro Gianni Lannes. Ignoti fanno esplodere un auto sotto la sua casa! Oggi 4 novembre 2014 il giornalista parteciperà a Molfetta alla commemorazione della strage del Francesco Padre, commessa da unità NATO. Il 7 novembre Lannes sarà a Vicenza per presentare il suo ultimo libro di inchiesta: ITALIA, USA E GETTA, sulla nuclearizzazione del Belpaese.

QUESTA SECONDA PARTE FINISCE QUA! L’HO DEDICATA PRETTAMENTE A GIANNI LENNES E AL SUO LAVORO CHE FA NELLE ISTITUZIONI, SUL WEB, IN GIRO PER L’ITALIA: DAI SITI  SUL TERRITORIO QUALI DENUNCIA QUESTI PERSONAGGI E ISTITUZIONI ANCHE CRIMINOSE, FINO ALLE CONFERENZE NELLE VARIE CITTA’ DI TUTTA ITALIA (anche se tenuto sempre fuori dai media, social e impegni troppo primari per chiamarlo nelle sedi regionali perchè sembrerebbe un pazzo e potente destabilizzatore per lo status quo del pensiero corrente che per fiducia del popolo verso le deleghe comunali allo stato ci spera, ma che invece si illude e soccombe nell’indifferenza perpetua del tempo).

SVEGLIAAAAAA!!!! CI STANNO UCCIDENDOOOO!!!

 

Precedente I° PARTE - L'RIOGINE DELL'H.A.A.R.P. , DEL METEOTRON E IL CONTROLLO SATELLITARE CON M.U.O.S Successivo lll° PARTE - TRA ROTTAMI SPAZZATURA RADIOATTIVI E LE PATOLOGIE CAUSATE DALLA GEOINGEGNIERIA!