L’effetto del virus Ebola sugli aspetti economico sociali e sul mercato!

Chi trarrà vantaggio da una diffusione incontrollata del virus Ebola?

Chi trarrà vantaggio da una diffusione incontrollata del virus Ebola?

L’analisi di Alt-Market

È triste da dire con questa finalità, ma un fatto universale dell’esistenza è che la maggior parte delle persone che si incontrano in questa vita sono fondamentalmente e funzionalmente ignoranti. Non necessariamente stupidi, ma certamente ignoranti.

L’ignoranza non deriva da una mancanza di intelligenza, ma dalla negazione della conoscenza e della verità. Vale a dire, l’ignoranza prende piede quando le persone decidono di agire come se sapessero e capissero una cosa, anche se non è così. L’ignoranza prevale quando una società o una nazione sceglie di valorizzare l’apparenza e fare il tifo per le spacconate di deficienti, piuttosto che ammettere di avere delle domande senza risposta su temi che ancora non si afferrano.

Per estensione, tale ignoranza non è solo una malattia intrinseca, ma anche una malattia facilmente sfruttabile. Quando ci rifiutiamo di pensare in modo critico ed esaminare a fondo ciò che ci circonda, diventiamo come gazzelle ignare dei predatori che ci circondano nell’erba alta. E, così come ci sono individui predatori che si nascondono in mezzo a noi, ci sono anche oligarchi predatori che si mascherano come politicanti benevoli e i professionisti finanziari sopra di noi. Dei predatori normali abbiamo paura, i predatori dell’establishment li invitiamo nelle nostre case come protettori, salvatori.

La malattia dell’ignoranza ci lascia vulnerabili di fronte a molte piaghe, tra cui l’Ebola. Quando prendiamo l’istituzione in parola per quanto riguarda la minaccia di epidemia di Ebola, ci rendiamo vulnerabili. Quando le persone ritengono che il peggio non potrebbe mai accadere a loro, la storia ci mostra che lo fa inevitabilmente.

La recente scoperta di un paziente infetto Ebola a Dallas, in Texas, ha portato a una ragionevole preoccupazione della popolazione generale, ma gli sforzi dei media tradizionali insieme alla Casa Bianca hanno soggiogato la cittadinanza. La voce costante del potere afferma che non ci sia nulla di cui preoccuparsi a riguardo; che, anche se ci fosse un focolaio negli Stati Uniti, sarebbe rapidamente soppresso da squadre di intervento medico altamente preparate.

In primo luogo, l’esistenza di una sola persona affetta da Ebola all’interno dei confini americani indica un rischio anche per altri, o la possibilità in un immediato futuro, a meno che le politiche e le procedure siano cambiate. Per quanto posso dire, il governo non ha intenzione di introdurre razionali prevenzioni, come richiede la quarantena obbligatoria per coloro che cercano di rientrare negli Stati Uniti dalle regioni dei focolai, chiudendo i viaggi dai paesi dell’Ebola, formando ospedali propriamente adibiti all’identificazione della malattia, o impegnare risorse per reprimere l’Ebola nelle zone calde prima che raggiunga le nostre coste, almeno non in tempo per fare la differenza.

In secondo luogo, il sistema non ha anche intenzione di fornire informazioni precise al pubblico per il comportamento e i pericoli dell’Ebola. Quelli con cui ho parlato nel campo medico, compresi alcuni che lavorano all’interno di grandi ospedali della città hanno  raccontato che il CDC non è stato onesto nella sua valutazione sulla probabilità di esplosione dell’epidemia. Ad esempio, il CDC costantemente ricorda all’opinione pubblica che l’Ebola non è una malattia che si trasmette con l’aria, e questo è tecnicamente vero per quanto riguarda la scienza. Tuttavia, si dimentica di dire che è in realtà nasce dalle goccioline che significa che può viaggiare attraverso l’aria trasportata da un colpo di tosse o da uno starnuto infetto.
Mi è stato detto che la maggior parte degli ospedali sono completamente impreparati a respingere un focolaio di un virus così distruttivo come l’Ebola. Alcune strutture stanno solo ora mettendo insieme un elenco di procedure di emergenza. Gli errori umani possono capitare, come abbiamo visto a Dallas.  E questi errori possono portare ad una maggiore infezione nell’ambiente ospedaliero.

Il CDC e l’OMS in paesi come la Liberia sono stati così inefficaci e negligentI che inducono a chiedersi perché i loro bilanci sono in miliardi di dollari? Dove va tutto il loro capitale e le loro risorse se non in direzione di un focolaio senza precedenti e  pericoloso come l’Ebola? Perché è stato permesso al virus di prosperare piuttosto che essere distrutto dove è nato? Dove è stato per parecchi mesi il CDC, mentre in Africa si moriva?

L’unica funzione legittima del governo, qualsiasi governo, è quello di proteggere il diritto del popolo a perseguire la propria vita, la libertà e la felicità. Credo che fermare l’invasione di virus mortali dovrebber rientrare in questa categoria.

Ho fatto il punto molte volte in passato e lo farò di nuovo; quando una catastrofe avviene, o una crisi è imminente, chiedetevi: chi ci guadagna alla fine? Credo che la mancanza di una forte risposta di prevenzione da parte del nostro governo, un’inadeguatezza che è evidente a tutti gli operatori sanitari con cui ho parlato e a chiunque abbia buon senso, potrebbe essere assolutamente intenzionale.

Credo che la diffusione dell’Ebola possa essere desiderata da molti potenti, ed ecco perché:

La perfetta copertura
Ho messo in guardia da un bel po’ di tempo che il sistema  bancario, in particolare, è ben consapevole che un collasso economico di proporzioni incredibili sta arrivando. In realtà, hanno fatto tutto quanto in loro possesso per renderlo possibile. Questo crollo, secondo la mia ricerca, è progettato per spianare la strada, attraverso il bombardamento monetario a tappeto, a un nuovo accordo internazionale stile Bretton Woods che pianti le fondamenta di un sistema economico realmente globale centralizzato e controllato da selezionatissimi di alcune élite.
Le guerre, il terrorismo, gli attacchi informatici, ecc, sono tutti i veicoli utili per evocare la confusione di massa, e possono anche essere usati come capri espiatori per l’eventuale caduta della nostra economia. Detto questo, una pandemia virale le supera tutte davvero in efficacia.

Un atto di natura
Nonostante la maggior parte delle persone sia ben consapevole del fatto che i governi sono stati ingegneri di armi biologiche per decenni, in pochi pensano che la leadership politica li userebbe, per non parlare di usarli sulle persone che hanno il compito di proteggere. Anche con la compiacenza e l’inazione del nostro governo in termini di risposta all’Ebola, l’ipotesi generale della gran parte della popolazione americana sarà che qualsiasi focolaio virale è un prodotto della natura, non degli uomini.

Se una pandemia virale colpisce, quasi tutto ciò che un governo fa dopo, non importa quanto sia corrotto o distruttivo, può essere razionalizzato, se necessario, per il bene della maggioranza. Se qualcuno si ribella, sarà etichettato come male assoluto, in grado di turbare le azioni del governo nel fermare la diffusione della pandemia  e, quindi, in parte responsabili per le morti di massa che seguiranno.
Si dovrebbe anche prendere in considerazione il fatto che la maggior parte dei globalisti propende per l’ideologia eugenetica e promuovono il concetto di riduzione della popolazione. Una pandemia potrebbe ben soddisfare questo desiderio..

Razionale collasso economico
Chi metterebbe in dubbio il caso di un collasso economico sulla scia di un incubo imbevuto di Ebola? Chi vorrebbe comprare o vendere?
Nonostante i numeri storici americani sulla disoccupazione, gli Stati Uniti sull’orlo della globale “de-dollarizzazione”, una gran parte della cittadinanza è stato portata a credere che la ripresa economica sia assicurata. Quello che non capiscono è che l’implosione fiscale è inevitabile, e tutto il mercato è un circo progettato per distrarre.
L’Ebola, un atto della natura, diventerà il capro espiatorio finale per ogni disastro che segue.

La razionale restrizione di viaggio
I nostri funzionari governativi e sanitari stanno affrontando il caso Ebola con un atteggiamento di noncuranza, perché la prevenzione non fa parte del piano. Quando l’Ebola colpirà duramente il nostro paese, cioè quando saranno finalmente prese misure rigorose, improvvisamente quei confini diventeranno impraticabili.

Misure sanitarie forzate
Non stupitevi se un vaccino contro Ebola di qualche tipo apparirà improvvisamente sul mercato proprio quando la situazione comincia a diventare tragica. E, non stupitevi se tale vaccino è una farsa totale che ammalerà più persone. Aspettatevi le vaccinazioni forzate, soprattutto come un prerequisito per ricevere un trattamento da CDC o FEMA. Aspettatevi che queste strutture diventeranno nulla più che prigioni oscure per i malati dove le persone muoiono in silenzio. Aspettatevi che sarà necessario sottoporre a verifica ogni americano…

Coloro che hanno intenzione di combattere l’aumento degli internazionalisti, come ho intenzione di fare, dovrebbe accettare ora la probabilità che le uniche persone che avremo al nostro fianco domani sono le persone che sono state in grado di svegliarsi oggi.

Risposta Internazionale
Una risposta internazionale è quasi garantita nel corso di una grave pandemia. La sovranità sarà gettata nell’immondizia. Pensate alla propaganda gloriosa, ai globalisti che racconteranno di come hanno “salvato l’umanità”, superando le pratiche barbariche della sovranità nazionale e individuale, di come hanno sconfitto il virus Ebola (dopo milioni di morti, naturalmente). Se ci riusciranno, immaginare quello che i libri di storia diranno per i prossimi secoli.

Che cosa facciamo?
L’unica risposta è diventare autosufficienti. Ciò significa che quartieri, città e contee dovranno prendere precauzioni da soli per la pandemia, invece di aspettare seduti in attesa dei funzionari del governo.
La tua sopravvivenza dipenderà da te e dal tuo sistema immunitario, non da loro. Le comunità che si sforzeranno per prevenire il contatto e per rafforzare l’immunità dell’individuo avranno una migliore possibilità di sopravvivenza.
Se si può dimostrare che non hai bisogno del sistema, la il loro potere sarà indebolito. L’ignorante potrà anche demonizzare i nostri sforzi, ma l’autosufficienza è tutto quello che abbiamo di fronte a questo tipo di tempesta. 

Notizia del:

BREVETTO EBOLA USA 2009

Gli Usa sono responsabili per l'epidemia di ebola in Africa occidentale. Cyril Broderick, scienziato liberiano

Gli Usa sono responsabili per l’epidemia di ebola in Africa occidentale”. Cyril Broderick, scienziato liberiano —— Il precedente degli esperimenti condotti dagli Stati Uniti in Guatemala

VIDEO SUL BREVETTO EBOLA 

Pubblicato anche come CA2741523A1, EP2350270A2,EP2350270A4, WO2010048615A2,WO2010048615A3

 

Precedente L'ARMA LASER UNITED STATES OF AMERICA: ESPERIMENTI SEGRETI NEL MEDITERRANEO Successivo Gruppi Sanguigni e Fattore Rh (negativo-positivo):Le origini,le idee,le teorie o leggende sull'Rh Negativo di tipo 0!